Regno Unito, in pericolo le entrate dei Bookmakers

La società di scommesse britannica Ladbrokes Coral potrebbe perdere 450 milioni di sterline in vendite se il governo decidesse di introdurre la rigida regolamentazione sulle redditizie macchinette da gioco, conosciute nel paese come FOBT (Fixed Odds Betting Terminal).

Il bookmaker si troverebbe ad affrontare una situazione più difficile rispetto ai suoi rivali
dell’industria dei giochi, hanno affermato gli analisti dell’Istituto Finanziario Barclays. Se la puntata massima su questi terminali a quota fissa, noti come FOBT, venisse ridotta da 100 a 2 sterline, tutti gli operatori di gioco d’azzardo potrebbero ricevere un duro colpo a livello finanziario. Ladbrokes risulterebbe quello più colpito, ma anche i suoi concorrenti, come William Hill e Paddy Power Betfair, potrebbero risentirne.

Le FOBT si sono convertite in un parafulmine per i critici dell’industria dei giochi.

Molti avevano chiesto una riduzione delle scommesse prima della revisione governativa in corso, tra cui il Sinodo generale della Chiesa d’Inghilterra, che ha appoggiato, all’inizio di quest’anno, la proposta del limite di 2 sterline, considerati i gravi problemi che queste macchinette causano nelle persone dedite al gioco.

Barclays stima che se il governo decidesse di stabilire un limite di 2 sterline a puntata, le vendite di Ladbrokes il prossimo anno potrebbero scendere di ben 449 milioni di sterline.
Il suo rivale più grande Paddy Power Betfair, a confronto, risentirebbe di meno, con 55 milioni di sterline meno del previsto.

L’Istituto Bancario ha prospettato scenari meno gravi.
“Le scommesse massime di £ 10, £ 25 e £ 50 avrebbero un impatto meno drammatico sulle scommesse sportive”; inoltre esistono poche probabilità sull’imposizione del limite di £ 2. Tuttavia, qualsiasi cifra inferiore a 50 libbre è probabile causi una riduzione dei costi in tutto il settore, affermano gli analisti.

L’Associazione delle case di scommesse britannica aveva affermato che sono 2.500 i locali potrebbero chiudere battenti a livello nazionale entro il 2020, se il limite di scommessa fosse di £ 20, e 3.300 quelli con un limite di £ 10.

Barclays ha spiegato che il governo agirà sicuramente con cautela, considerando che i problemi relazionati al gioco non aumentano a causa delle FOBT; a ciò si aggiungono conseguenze a livello occupazionale e di entrate fiscali.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *