La nuova normativa spagnola sul gioco responsabile e le comunicazioni commerciali

La Spagna ha notificato alla Commissione Europea a Bruxelles il progetto di regio decreto sul gioco responsabile e le comunicazioni commerciali delle attività di gioco. Il regio decreto, senza pregiudicare il quadro normativo e di autoregolamentazione esistente, sviluppa dal punto di vista regolamentare gli articoli 7 e 8 della legge 13/2011, datata 22 maggio, completando e attualizzando le regole del mercato del gioco in ambito statale.

Obiettivi

Il decreto si propone di proteggere interessi di ordine pubblico, quali la salute pubblica, i minori e i gruppi vulnerabili, i consumatori, i clienti, i partecipanti al gioco e i cittadini in generale. Prevede garantire agli operatori di gioco una maggiore sicurezza giuridica attraverso regole trasparenti e uniformi nel settore, senza discriminazioni ingiustificate.

Contenuti

Il progetto di regio decreto contiene norme sulle comunicazioni commerciali delle attività di gioco quali pubblicità, patrocini e promozioni. Regolamenta inoltre le politiche sul gioco responsabile e sulla protezione dei giocatori; prevede una responsabilità sociale corporativa ed obblighi e misure che gli operatori devono adottare al fine di prevenire e curare il gioco patologico, anche attraverso la diffusione di informazioni chiare. Detta regole sulla supervisione, ispezione e sui controlli.

Disposizioni sulle comunicazioni commerciali

Comunicazioni commerciali riferite al bingo. Potranno essere pubblicate al di fuori degli orari stabiliti dalla legge 7/2010 delle comunicazioni audiovisive generali a patto che si riferiscano esclusivamente al bingo, che l’URL del sito web pubblicato nelle comunicazioni commerciali fornisca solo ed esclusivamente informazioni relative al bingo e che la piattaforma dell’operatore separi l’accesso al bingo dall’accesso ad altri giochi d’azzardo.

Gioco responsabile e divieto di partecipazione dei minori al gioco

Le comunicazioni commerciali dovranno includere un messaggio attestante il divieto di partecipazione dei minori al gioco ed un messaggio di avvertimento che promuove il gioco responsabile.

In caso di comunicazioni commerciali visualizzate tramite mezzi statici, i messaggi devono essere chiaramente visibili; in caso di comunicazioni commerciali visualizzate tramite mezzi dinamici o audiovisivi, devono apparire alla fine della comunicazione commerciale per almeno due secondi garantendo la corretta percezione del messaggio;
in caso di comunicazioni commerciali visualizzate tramite servizi di radio, devono apparire su almeno una delle tre comunicazioni commerciali effettuate successivamente dallo stesso operatore.

Disposizioni per i social network

Devono rendere disponibili per gli utenti meccanismi di filtraggio che permettano loro di evitare di ricevere comunicazioni commerciali di gioco. Tali comunicazioni commerciali non possono essere pubblicate o indirizzate a profili corrispondenti a minori.

Partecipazione di personaggi pubblici nelle campagne pubblicitarie

Sarà vietata la loro partecipazione nelle comunicazioni commerciali poiché può risultare estremamente attraente per i minori. Figure pubbliche ben note possono prendere parte alle comunicazioni a condizione che nella pubblicità sia chiaro il messaggio di avvertimento che promuove il gioco responsabile e afferma che ai minori è vietato partecipare alle attività di gioco.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *